Agricoltore di Verolengo stroncato da un malore mentre lavorava. Si tratta di Albino Mondino, 57 anni, residente in frazione Casabianca.

Agricoltore stroncato da un malore

Un arresto cardiaco. Sembra essere questa la causa dell’improvvisa scomparsa di Albino Mondino, 57 anni, residente in frazione Casabianca di Verolengo, avvenuta nella mattinata di martedì 15 ottobre in un capannone dell’azienda agricola «La Teresina» di Cascina Ronchi, a Montanaro.
Stando ad una prima ricostruzione della tragedia, curata dai carabinieri di Montanaro al comando del Maresciallo Giuseppe Pittaluga, Albino Mondino sarebbe stato colto da un malore mentre si trovava su di un trattore, in un capannone a nord dell’azienda nella galassia «LMM Logistic» che ha realizzato un grande noceto nelle vecchie cave della Cogefa della famiglia Fantini.

I soccorsi

La macchina dei soccorsi è scattata immediatamente, ma all’arrivo dell’équipe medica del 118 per Mondino non vi era ormai più nulla da fare. La notizia della della tragedia ha subito raggiunto i suoi famigliari, che si sono precipitati a Montanaro con la speranza di un miracolo purtroppo non avvenuto. Ottenuto il nulla osta da parte della magistratura eporediese, e dopo il sopralluogo del medico legale dell’AslTo4, il corpo del verolenghese è stato composto nelle camere mortuarie dell’ospedale di Chivasso.

Leggi anche:  Uccisa e chiusa dentro ad una valigia: chiesta l’archiviazione del caso

I funerali

Si svolgeranno oggi, venerdì 18 ottobre 2019 alle 15, nella parrocchia di San Grato di Casabianca, i funerali di Albino Mondino. La sua morte ha ha profondamente scosso la comunità dove viveva: conosciuto da tutti come un gran lavoratore, lascia la moglie Filomena, e i figli Luigi, Francesco e Alessia.