Controlli in corso, da parte della Polizia municipale di Torino su alloggi privati utilizzati in realtà a scopo turistico.

Alloggi privati usati per altri fini

Appartamenti intestati a privati cittadini che, in realtà, venivano utilizzati per scopi turistici, anche attraverso annunci su portali web specializzati. E’ la scoperta fatta dagli agenti della Polizia municipale di Torino che ha condotto una serie di controlli a seguito di accertamenti sulla Tassa rifiuti effettuati in alcuni stabili del centro storico del capoluogo.

I controlli

Nel corso dell’attività gli agenti del Nucleo Operativo Antievasione e quelli della Polizia Amministrativa della Questura di Torino hanno portato alla luce vere e proprie attività ricettive gestite da privati che omettevano di comunicare i dati relativi agli ospiti alloggiati; venendo meno agli obblighi sulla pubblica sicurezza e senza attenersi alle disposizioni del regolamento comunale per l’imposta di soggiorno.

I risultati

Al momento, nonostante i controlli siano ancora in corso e proseguiranno anche in futuro, sono due i gestori che sono stati identificati dagli agenti. Per loro, oltre alla sanzione prevista dal regolamento comunale (circa 200 euro più il recupero del mancato introito per l’Erario) è scattata anche la segnalazione all’Autorità Giudiziaria.