Arrestati per tentato furto, facevano sopralluoghi prima dei colpi.

Arrestati

Erano in due, cittadini stranieri dell’Est Europa che sono stati arrestati dalla Polizia per tentato furto in abitazione. Ad allertare la Squadra Volante un condomino che ha riconosciuto i soggetti. Il testimone aveva già notato la coppia, circa una settimana prima, armeggiare vicino alle porte degli appartamenti di uno stabile di corso Sebastopoli.

La segnalazione

In quell’occasione il testimone aveva informato la Centrale Operativa, ma gli agenti giunti sul posto non avevano riscontrato la presenza di nessuno. I due avevano effettuato un sopralluogo nel palazzo di corso Sebastopoli e avevano variato la posizione dei defender delle serrature. Il sistema era usato per avere certezza della presenza o meno di persone all’interno degli appartamenti. Approfittando del periodo di esodo estivo, i due sarebbero poi ritornati sul luogo per depredare i locali.

Il fermo

Questa volta, però, i poliziotti sono riusciti a fermare i due soggetti che appena usciti dallo stabile. Gli stranieri, notata la presenza dei poliziotti, si sono immediatamente disfatti di due grandi custodie, contenenti innumerevoli grimaldelli e chiavi alterate di vario tipo, nel tentativo di eludere il controllo di polizia. Nello specifico gli astucci contenevano chiavi neutre, lastrine di materiale plastico, cacciaviti, torce, stampi con sagoma di chiave in gomma e grimaldelli e chiavi di varia foggia.

Leggi anche:  Operazione pakistan, blitz contro gli ingressi illegali in Italia

I precedenti dei due arrestati

I due stranieri, con precedenti a carico e numerosi alias, hanno mostrato agli agenti passaporti alterati e patenti di guida false. Come confermato dagli accertamenti effettuati da personale della Polizia Scientifica esperto in falso documentale. I soggetti, dalla false identità russe e con diversi alias, sono stati arrestati per i reati di tentato furto in abitazione in concorso, falsa attestazione delle proprie generalità e possesso e fabbricazione di documenti falsi.