Arrestati rapinatori colpirono una tabaccheria del centro.

Colpirono una tabaccheria del centro

Con il volto coperto e le pistole in pugno, entrarono nella tabaccheria di via Verdi 5, a Settimo, per mettere a segno il colpo che fruttò loro 700 euro. Prima di allontanarsi di gran carriera, bottino in mano, facendo perdere le proprie tracce. Non tutte, però. L’attività tecnica e i rilievi dei carabinieri hanno infatti evidenziato una serie di elementi che hanno permesso di rintracciare i responsabili del colpo. Una rapina avvenuta intorno alle 16 dello scorso 4 aprile.

Arrestati rapinatori

I carabinieri della Tenenza di Settimo avviarono da subito le indagini per risalire ai due responsabili. Poi, nelle settimane successive, sono intervenute anche le attività di inchiesta dei colleghi del Nucleo Operativo della Compagnia di Chivasso. Fino all’arresto avvenuto lo scorso venerdì 22. I due rapinatori sono stati arrestati sulla base dell’ordinanza firmata dal Gip del Tribunale di Ivrea e trasferiti quindi presso il carcere eporediese.

Chi sono i responsabili

Nel mirino dei carabinieri, per il colpo alla tabaccheria di via Verdi a Settimo, ci sono finiti due giovani. Rispettivamente di 24 e 26 anni. Si tratta di ragazzi residenti a Volpiano che, secondo fonti investigative, sono stati deferiti all’autorità giudiziaria anche per altri episodi analoghi messi a segno in altri comuni della provincia.

Leggi anche:  Mamma e figlia gravi in ospedale dopo un incidente stradale

Le indagini continuano

Il lavoro dei carabinieri della Compagnia di Chivasso non si è fermato con l’arresto dei due giovani. Sotto la lente d’ingrandimento degli inquirenti, infatti, ci sono anche altri casi di rapina consumati sul territorio. L’obiettivo è analizzarne a fondo il modus operandi per accertare e attribuire eventuali altre responsabilità.

Sul numero de La Nuova Periferia di Settimo in edicola da oggi, martedì 26 giugno, tutti i dettagli delle indagini e dell’operazione dei carabinieri.