Arrestato il rapinatore solitario di Tronzano. Aveva rapinato 20.000 euro alla filiale Biverbanca dandosi alla fuga, rintracciato dai carabinieri a Novara. Come riporta Notizia Oggi Vercelli.

Arrestato il rapinatore solitario di Tronzano

I Carabinieri del N.O.R. della Compagnia di Vercelli e della Stazione di San Germano Vercellese, con il supporto dei colleghi della Radiomobile di Novara, hanno arrestato O.M., 21enne di origine marocchina residente a Tronzano Vercellese, gravato da vicende penali per reati contro la persona, il patrimonio ed in materia di armi e stupefacenti, perché ritenuto responsabile di rapina aggravata.

L’episodio è accaduto martedì 11 giugno 2019, nel pomeriggio, alle 14.35 circa. Un uomo a volto scoperto è entrato nella filiale della “Biverbanca” di Tronzano, in via Lignana n. 37. Aveva in mano una lima da falegname ed ha cominciato ad agire con violenza, gridando e gettando a terra gli oggetti ed i pieghevoli pubblicitari che si trovava davanti posti sul bancone.

Ottiene 20.000 euro

Quindi, in preda a visibile agitazione, ha intimato alla direttrice di consegnargli il denaro contenuto nei cassetti. Con coraggio, le bancarie hanno cercato di dissuadere il giovane dal portare a compimento un reato di tale gravità, ma vista la sua insistenza e temendo che potesse assumere un atteggiamento ancora più aggressivo, la direttrice si è vista costretta a cedere.

Leggi anche:  Controlli antidroga in un Istituto superiore, ventenne denunciato

Ottenuti i soldi, circa 20.000 euro, il rapinatore si è dato alla fuga attraverso una delle uscite di emergenza della filiale, allontanandosi a piedi per le vie circostanti, apparentemente senza il supporto di un complice. La chiamata della direttrice al centralino dei Carabinieri di Vercelli ha dato il via alle ricerche.

Identificato e fermato

L’identità del rapinatore è stata in breve confermata dalla visione delle immagini del sistema di videosorveglianza della banca, non c’erano più dubbi.