Arrestato per spaccio un ragazzo di Crescentino. E’ uno dei più ingenti sequestri di droga sintetica nel Vercellese. Come riportaNotizia Oggi Vercelli

Arrestato per spaccio dai Carabinieri

I carabinieri della stazione di Crescentino hanno arrestato un 19 enne per detenzione di sostanze stupefacenti.

I militari della stazione di Crescentino, al Comando del Maresciallo Stefano Macchia avevano acquisito, nel contesto del contrasto allo spaccio di stupefacenti, delle informazioni sul conto di un pusher, già noto perché spacciava spesso nei rave party, un fragente nek queale circola spesso tanta droga e spesso tagliata in maniera pericolosa.

LEGGI ANCHE: Arrestato per spaccio un ragazzo di Crescentino: in camera aveva la droga

Scatta la perquisizione

Nella serata di martedì 22 ottobre i carabinieri si sono appostati nei pressi dell’abitazione del giovane 19enne e ad un certo punto hanno deciso di intervenire, procedendo alla perquisizione della sua abitazione. Nella stanza da letto del ragazzo, all’interno di due confezioni di cellophane con immagini di funghi secchi, i carabinieri hanno trovato complessivamente 110 grammi di anfetamine in cristalli, sostanza stupefacente sintetica ancora da tagliare che avrebbe permesso poi di ricavare oltre 700 pasticche di ecstasy.

Leggi anche:  Respinto il ricorso della mamma free-vax di Ivrea

A 19 anni già pregiudicato

Il giovane, con precedenti penali per reati contro il patrimonio, è stato dichiarato in stato di arresto e poi tradotto in carcere. Gli accertamenti hanno permesso di stabilire che il pusher ordinava on line la droga dall’estero, che giungeva camuffata in confezioni riproducenti il contenuto di funghi secchi.

Rimarrà in carcere

Giovedì 24 ottobre è stato convalidato l’arresto e la magistratura ha disposto che il 19enne rimanga in carcere sino al processo. E’ un sequestro ingente è infatti uno dei più duri colpi degli ultimi anni inferti dai carabinieri del comando di Vercelli al traffico di sostanze stupefacenti sintetiche.