Blitz dei carabinieri nel campo nomadi.

L’operazione al campo nomadi

I carabinieri hanno scoperto una famiglia specializzata nei furti e nel commercio della merce rubata. I componenti del nucleo familiare, domiciliati all’interno del campo di Verolengo, sono ifnatti sospettati di aver commesso numerosi furti e tentati furti nelle province di Torino e Asti. I furti sarebbero stati commessi anche in ditte e magazzini. Gli inquirenti, quindi, ipotizzano anche i reati di ricettazione e riciclaggio della merce rubata.

Blitz dei carabinieri

L’operazione dei militari della stazione di Leinì è scattata lo scorso sabato mattina. Nell’ambito della perquisizione sono stati inoltre sequestrati alcuni monili in oro, francobolli, una moto e vari attrezzi per l’edilizia risultati rubati. La merce è stata ritrovata nella disponibilità di quattro persone che sono state denunciate per ricettazione.

Arresti e denunce

Un uomo è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia in carcere, mentre per tre fratelli è stato disposto l’obbligo di dimora. Anche loro, infatti, sono ritenuti responsabili di una serie di episodi criminali commessi sul territorio.
Notizia in aggiornamento. Tutti i risvolti della vicenda e i dettagli sul numero de La Nuova Periferia di Chivasso in edicola domani, mercoledì 22 novembre.

Leggi anche:  Ecco i nomi di Abbà e Tolera del Carnevale di Chivasso