Blocco auto rimandato a lunedì 8 ottobre. In settimana un nuovo incontro per parlare del «Protocollo padano» con i Comuni.

Blocco auto, prima del rinvio

Da lunedì primo ottobre, quindi, entrerà in vigore la seconda fase del «Protocollo padano», intesa finalizzata a migliorare la qualità dell’aria. La novità, che scatenerà le ire di centinaia, se non migliaia, di automobilisti, è questa: fermi in modo permanente tutti gli Euro 0 e i diesel fino a Euro 3. Il decreto del vicesindaco della Città Metropolitana Marco Marocco (anche consigliere del M5S a Chivasso). «Dopo ampia condivisione dei componenti del Tavolo della qualità dell’aria, è stato definito lo schema dei blocchi strutturali del traffico. E quello dei blocchi che scatteranno in situazioni di emergenza, incrementando le disposizioni del Protocollo padano».

Il rinvio

Il blocco delle auto però non partirà domani, lunedì 1 ottobre. Il pacchetto delle misure anti-smog che a Torino e nei Comuni della Città metropolitana è stato posticipato. La prossima settimana il nuovo incontro in Regione per un confronto con i Comuni. Incontro che servirà a capire se è possibile avviare un «semaforo anti-inquinamento» condiviso da lunedì 8.

I Comuni

I Comuni individuati dalla Regione Piemonte (nell’elenco c’è Chivasso, Settimo Torinese, San Mauro, Leinì, Volpiano e Venaria) dovranno fermare auto e veicoli commerciali Euro 0 7 giorni su 7 e h 24. In precedenza erano bloccati da lunedì a venerdì con orario diurno.  Le auto e i veicoli commerciali diesel Euro1, 2 e 3 saranno interdetti dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19: Euro1 e 2 invece per tutto l’anno, gli Euro3 fino al 31 marzo dalle 8 alle 19. Questa è un’altra novità rispetto a quanto avvenuto finora, quando gli Euro3 erano bloccati solo allo scattare del semaforo arancione. Anche i ciclomotori e i motocicli Euro 0 saranno fermi h 24, ma solo nei 6 mesi del periodo invernale. L’introduzione del blocco stabile dei diesel Euro 3 avviene in attuazione delle disposizioni previste nell’accordo padano. Alle limitazioni stabili si aggiungono, nel solo periodo invernale, le ulteriori misure emergenziali adottate già lo scorso inverno in funzione del colore del semaforo. All’accensione del semaforo arancione, che potrà avvenire anche nelle giornate di sabato e domenica, si fermeranno in aggiunta tutti i veicoli diesel Euro 4 (ma i commerciali Euro 4 solo dalle 8.30 alle 14 e dalle 16 alle 19).

Leggi anche:  Molestava studentesse di Chivasso, preso il maniaco

E se c’è bollino rosso

Con il colore rosso si bloccheranno con le stesse modalità anche tutti i veicoli diesel Euro5 immatricolati prima del 1° gennaio 2013 (gli Euro 5 più recenti saranno liberi di circolare) e i veicoli Euro1 benzina. Con il semaforo viola l’orario di blocco sarà esteso per tutti dalle 7 alle 20, senza alcuna finestra.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA