Un cane intrappolato tra le rocce è stato soccorso e salvato dai vigili del fuoco.

Cane intrappolato tra le rocce

Sono stati i vigili del fuoco del comando provinciale di Torino a intervenire, nel pomeriggio di ieri, per un delicato intervento di salvataggio di un cane rimasto intrappolato tra le rocce. La macchina dei soccorsi si è attivata nel comune di Garzigliana, a poca distanza da Pinerolo. A lanciare l’allarme è stato proprio il padrone del cane. Durante una passeggiata nei boschi lungo l’argine del torrente Pellice, infatti, ha visto il proprio animale infilarsi in uno spazio angusto tra le rocce.

Inutili i primi tentativi

I primi tentativi dell’uomo di estrarre il suo cane dall’anfratto si sono rivelati purtroppo vani. Le sue zampe, infatti, erano rimaste bloccate sotto dei macigni. Di qui l’intervento dei vigili del fuoco che hanno raggiunto la località della provincia di Torino per soccorrere l’animale. L’intervento è stato effettuato da una squadra di soccorritori che ha utilizzato speciali attrezzature in grado di sollevare le rocce e di estrarre il cane.

I soccorsi

Sul posto è intervenuta la squadra “Usar” (Urban Search and Rescue) del Comando provinciale del Vigili del Fuoco di Torino. Gli operatori hanno quindi messo dapprima in sicurezza i grandi massi, e poi – con l’ausilio di martinetti idraulici e cavi d’acciaio – allargato le rocce. E’ stata inoltre impiegata una telecamera speciale che, con una sonda, è stata utilizzata per monitorare ogni fase del delicato intervento.

Leggi anche:  Incendio in un alloggio, sei persone intossicate LE FOTO

Presente un veterinario

Tutte le operazioni sono state condotte in presenza di un veterinario che ha assistito gli operatori. “Consigliando – scrivono i vigili del fuoco – le manovre da compiere per muovere le articolazioni delle zampe”. Nel corso delle fasi di soccorso è stata impiegata anche una ruspa speciale, la cui “benna” è stata posizionata in modo tale da proteggere l’animale e i vigili del fuoco da eventuali smottamenti del terreno.

“Lola è stata liberata”

Dopo alcune ore di lavoro e di delicate fasi di intervento, però, Lola (questo il nome dell’animale) è stata liberata e immediatamente affidata alle cure del veterinario che l’ha visitata e ha accertato le sue buone condizioni. “Grande gioia – scrivono i vigili del fuoco del Comando provinciale di Torino – del suo amico / padrone e soddisfazione di tutti i soccorritori”.