Canile via Germagnano un nuovo raid scatena manifestazioni.

Canile via Germagnano

Il canile Enpa nuovamente bersaglio di atti vandalici. Dopo l’episodio dello scorso mese, nella notte tra sabato 13 e domenica 14 gennaio, si è verificato un nuovo “blitz” ai danni della struttura. E’ il terzo raid vandalico.

I danni

Questa volta, tra i danni registrati ci sono il citofono sradicato, alcuni vetri rotti e il cancello danneggiato. A dicembre mese invece era stato devastato l’impianto di videosorveglianza, divelta la grondaia, reciso il cavo della corrente, spaccati i vetri del container presente nel rifugio e danneggiati gli infissi e le porte. Danni che, secondo le prime stime, sarebbero ammontati a 30 mila euro.

Le manifestazioni

L’amara sorpresa di domenica mattina ha spinto i volontari del canile a scendere in piazza. Nel pomeriggio di lunedì 15 gennaio, quindi, si sono dati appuntamento davanti al Comune con striscioni e alcuni cani al guinzaglio per richiedere l’istituzione di un presidio militare fisso. Richiesta che trova d’accordo la stessa Circoscrizione che da tempo sollecita la Giunta affinché si trovino nuove soluzioni.