E’ morto il sindacalista Dante Ajetti, è stato segretario della Camera del Lavoro di Settimo Torinese.

E’ morto Dante Ajetti, Cgil in lutto

Si è spento Dante Ajetti, storico sindacalista della Cgil e figura di riferimento soprattutto nel settore della “Funzione Pubblica”. Ajetti, 63 anni, nelle scorse settimane aveva accusato un malore che lo aveva costretto al ricovero in ospedale. Le sue condizioni di salute, secondo quanto si apprende, erano critiche, ma tutti quanti hanno sperato che lo storico esponente del sindacato torinese potesse riprendersi e tornare al suo impegno a difesa dei lavoratori.

Era segretario della Camera del Lavoro di Settimo Torinese

Nato nel 1956 e dal 1978 in Cgil, Ajetti, si è impegnato nella Funzione Pubblica e in passato si è occupato anche dei Vigili Urbani di Torino e del settore ecologia. Una carriera, quella di Ajetti, che si trasforma in un notevole vantaggio alla luce dei due grandi dossier sindacali sotto la torre settimese: quello di Seta e della polizia locale, in bilico tra la voglia di tornare alle singole municipalità, la destinazione all’Unione e la prospettiva della città metropolitana. Un bell’intreccio che Dante Ajetti ha saputo tracciare sul territorio settimese dal 2014, anno del suo insediamento come segretario della Camera del Lavoro di Settimo. Un ruolo che ha saputo svolgere con impegno collaborando con le rappresentanze sindacali delle aziende del territorio ma, soprattutto, con le tante amministrazioni di un territorio afflitto dalla crisi economica. Collaborando, di fatto, anche con le realtà della collina della cintura a nord est del capoluogo.

Leggi anche:  Anziana contromano in tangenziale: la polizia la insegue

Il cordoglio dei colleghi sindacalisti

Tra i primi ricordi sull’impegno di Dante Ajetti a tutela degli interessi dei lavoratori della Provincia di Torino c’è quello di Enrica Valfrè, Segretaria Generale della Cgil torinese.

“Dante ha lavorato prima presso il Comune di Torino, poi nella Funzione Pubblica. “Per quatto anni è stato il responsabile della zona di Settimo e da qualche era segretario della Filt Piemonte. Dopo un breve ricovero in ospedale ci ha lasciati. Siamo increduli e sgomenti. E’ stato un grande dirigente e una bella persona”.

L’ultima intervista a La Nuova Periferia

Una delle ultime interviste che Dante Ajetti ha rilasciato a La Nuova Periferia riguardava la situazione del lavoro sul territorio di Settimo. Alla vigilia, in particolare, della Festa dei Lavoratori. Ecco alcune delle sue parole.

“Continueremo a batterci e a essere presenti per tutelare i diritti dei lavoratori. Questo, per noi, è un dovere, lo abbiamo fatto e continueremo a farlo in maniera convinta”. “In questi anni c’è stato un tentativo per limitare il ruolo del sindacato, ma oggi, gioco forza, anche le forze politiche sono tornate a rapportarsi con noi”.