Chiave bulgara: nuova ondata di furti. Presi due uomini. I due, appena tre giorni prima dell’arresto, erano stati denunciati per un colpo andato a vuoto nel quartiere.

Chiave bulgara

Torna l’incubo della “chiave bulgara”. Nei giorni scorsi, gli agenti della Squadra Mobile hanno fermato due cittadini georgiani, entrambi 33enni, responsabili di alcuni furti nelle abitazioni di corso Traiano. I colpi messi a segno hanno tutti il medesimo elemento: lo scasso della serratura mediante l’utilizzo di “chiavi bulgare”.

I colpi messi a segno

Gli investigatori, nel corso delle indagini, hanno appurato che i due uomini erano già stati denunciati dal personale dell’Ufficio Prevenzione Generale per porto di attrezzi atti allo scasso e strumenti atti ad offendere. Denuncia che risaliva ad appena tre giorni prima quando i due malviventi avevano tentato di appropriarsi di alcuni beni di valore. Un tentativo andato a vuoto, infatti erano fuggiti senza la refurtiva.

La perquisizione

Una volta sorpresi, per i due uomini sono scattati i controlli, tra cui quelli domiciliari. Nella camera d’albergo dove dimoravano, i poliziotti hanno rinvenuto diverse valigie già pronte per un’eventuale imminente partenza. All’interno, gioielli, orologi e altra merce di valore, evidentemente provento di precedenti furti.

Leggi anche:  Cercano di entrare in una roulotte, bloccati per tentato furto

I due stranieri sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per tentato furto in concorso e ricettazione. Attualmente risultano trattenuti al CPR in attesa del rimpatrio coattivo, che avverrà nella giornata di venerdì.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!