Cibo scaduto, sequestrata una panetteria.

Cibo scaduto

Un trentacinquenne egiziano è stato denunciato per detenzione e vendita di alimenti in cattivo stato di conservazione: infatti, gli agenti procedevano al rinvenimento e sequestro, all’interno del suo panificio/pasticceria, di 109 kg di alimenti di origine animale e vegetale, alcuni dei quali in stato di decomposizione. Nell’intera attività, con sede in piazza Bengasi, si riscontrava la presenza di animali infestanti (blatte e scarafaggi), di escrementi di piccione ed una diffusa sporcizia sia nell’area di panificazione che nel deposito. Pertanto, il locale  è stato sottoposto a sequestro penale per il rischio di eventuali danni alla salute.

Controlli mirati

L’intervento si è svolto nell’ambito dei servizi straordinari di controllo del territorio disposti dal Questore di Torino, volti a prevenire il degrado sociale e la criminalità diffusa, è stato effettuato, nella sera di lunedì scorso, un controllo straordinario del territorio ad alto impatto nel quartiere San Salvario. L’attività di controllo, coordinata da personale del Commissariato Barriera Nizza, con la collaborazione del Reparto Prevenzione Crimine e di un’unità cinofila, ha principalmente interessato  se locali commerciali ubicati nella zona di piazza Bengasi.

Decine di persone identificate

86 le persone complessivamente identificate. Due cittadini italiani, di 41 e 37 anni, sono stati denunciati per porto di oggetti atti ad offendere e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli; a loro carico sono stati sequestrati un cacciavite e due coltelli. Il titolare di una sala scommesse di piazza Bengasi, un cittadino italiano di 42 anni, è stato sanzionato per 660 euro per la presenza di una sala fumatori priva delle caratteristiche dettate dalla legge.