Cinque operai intossicati nel rogo della fabbrica di Yatch.

Cinque operai intossicati

E’ di cinque operai intossicati il bilancio del gravissimo incendio che è scoppiato nel tardo pomeriggio di ieri, venerdì 30 marzo, in strada Fornacino, ai confini con Settimo. Tre di loro sono stati trasportati in ospedale dai sanitari della Croce Verde e dalla Croce Bianca Volpianese intervenuti sul posto. Sono stati trasferiti, per accertamenti, nei pronto soccorso di Chivasso e del Giovanni Bosco di Torino. Le loro condizioni non sono gravi. Altri due colleghi, invece, hanno rifiutato le cure.

Vigili del fuoco al lavoro nel capannone

Sono state numerose le squadre dei vigili del fuoco intervenute sul posto da tutti i distaccamenti del Comando Provinciale di Torino. Le diverse squadre, supportate dal nucleo Nbcr, hanno lavorato a lungo per domare il rogo sprigionato, secondo le prime ricostruzioni, dall’incendio di uno stampo su cui alcuni operai stavano intervenendo.

Una nube di fumo visibile a chilometri di distanza

La colonna di fumo nero che si è sollevata sui cieli di Leinì e Settimo è stata visibile da chilometri di distanza. La nube scura ha destato grande preoccupazione in tutti i residenti dei comuni dell’area a nord est di Torino, ma i rischi di inquinamento dell’aria sono stati esclusi.

Leggi anche:  Sigarette Yesmoke, a ottobre il ritorno sul mercato delle bionde settimesi

 

Indagini in corso

Saranno quindi i rilievi tecnici dei vigili del fuoco, insieme alla relazione dei tecnici dello Spresal, l’Ufficio dell’Asl per la sicurezza nei luoghi di lavoro, a fare chiarezza su quanto accaduto. I danni riportati nel rogo sarebbero ingenti. Per fortuna l’intervento immediato dei tanti vigili del fuoco ha permesso di circoscrivere le fiamme. Evitando che anche altre parti del capannone venissero interessate dalle fiamme.

La Yatch Design

La Yatch design di Leinì è una nota azienda di produzione di yatch e accessori delle barche. Ma non solo, perché la lunga esperienza nel settore della lavorazione della vetroresina, ha consentito di ritagliarsi uno spazio di rilievo anche nella produzione di “design d’arredo, oggettistica, costruzione di ambientazioni per locali di vario genere”.