Cocaina nascosta nei barattoli di vernice arrestati dai carabinieri.

Cocaina nascosta

Per nascondere la sostanza stupefacenti avevano pensato a creare un vero e proprio “doppio fondo” nei barattoli di grasso per auto e di vernice. Pensavano, quindi, di ingannare così il fiuto dei cani antidroga, ma sono stati sfortunati. Gli inquirenti della Compagnia carabinieri di Venaria, infatti, stavano indagando su di loro da tempo. L’obiettivo dei militari, infatti, era quello di capire come i due arrestati riuscissero a trasportare lo stupefacente da spacciare.

Due arresti

I carabinieri di Venaria hanno quindi arrestato un pregiudicato torinese di 56 anni Giuseppe Z. e Francesco C., 24enne anche lui residente nel capoluogo. Il primo aveva nascosto circa 100 grammi di cocaina nel doppiofondo di un barattolo di grasso per auto. Al secondo, il più giovane, invece è stata trovata una disponibilità di poco più di 20 grammi di cocaina già suddivisa in dosi. Per queste ultime la sostanza era già divisa in bustine termosaldate, pronte per la cessione.

Leggi anche:  Omicidio in collina, un mistero ancora da risolvere

Il sequestro

La sostanza stupefacente è stata sequestrata dai carabinieri che hanno inoltre recuperato anche due telefoni cellulari, materiale per il confezionamento della droga. Ma, anche, carte di credito e denaro contante che è ritenuto essere provento dall’attività di spaccio.