Commercialista vicino alla ‘ndrangheta: sequestro da 4 milioni di euro. E’ questo il risultato di un’operazione della Direzione Investigativa Antimafia di Torino.

Commercialista vicino alla ‘ndrangheta

Commercialista vicino alla ‘ndrangheta: sequestro da 4 milioni di euro. E’ questo il risultato di un’operazione della Direzione Investigativa Antimafia di Torino.  Il professionista in questione è  Giuseppe Pontoriero di Rivoli era comparso come non indagato in numerosi procedimenti giudiziari contro la mala vita. Poi condannato per violazione delle disposizioni contro la criminalità mafiosa e il riciclaggio di denaro di provenienza illecita.  Era stato coinvolto nel 2012 nell’operazione Pioneer. Infatti,  secondo gli inquirenti, l’uomo, agevolava attività di riciclaggio a favore della cosca degli Spagnolo. Inoltre era comparso anche in altri procedimenti giudiziari contro la ‘ndrangheta, in quanto prestava consulenza commerciale nell’interesse di alcuni affiliasti al “locale” di Chivasso, alcuni Cavallaro.

Le indagini

L’indagine ha portato alla luce il reinvestimento di denaro di provenienza illecita investito in una serie di beni riconducibili al commercialista, ma che risultavano intestati ai suoi familiari.

Leggi anche:  Malore alla guida, morto un automobilista

LEGGI ANCHE: ‘Ndrangheta, maxi operazione tra Piemonte e Calabria

Ndrangheta, blitz in Valle d’Aosta: decine di arresti IL VIDEO

 

Il sequestro anticipato

Il Procuratore aggiunto Cesare Parodi  ha proposto il sequestro anticipato dei beni che comprende società (situate tra Piemonte, Liguria, Puglia e Calabria) e un agriturismo di Rivoli . Il valore complessivo è di  4 milioni di euro. Il provvedimento è stato disposto dal Tribunale di Torino.