Arriverà lunedì 18 marzo la richiesta per l’apertura del cantiere di demolizione dell’ex palazzina Asm di via Moglia.

Per l’ex palazzina Asm è l’ora della demolizione

E’ atteso per il prossimo lunedì 18 marzo, presso gli uffici del Comune di Settimo, l’arrivo della richiesta per l’apertura del cantiere di demolizione dell’ex palazzina Asm di via Moglia, gioiello della storica partecipata settimese. Per il rudere, ormai in condizioni di estremo degrado da molti anni, è arrivato il momento dell’abbattimento.

Il commento di Sergio Bisacca

A confermare le indiscrezioni è l’assessore alle partecipate Sergio Bisacca. Proprio lui, nei mesi scorsi, aveva annunciato l’ipotesi che si potesse procedere alla demolizione del fabbricato.
«Secondo le notizie in mio possesso – sottolinea Bisacca – nei prossimi giorni dovremmo ricevere la richiesta per l’apertura del cantiere. Evidentemente i nostri uffici tecnici, dal momento che l’abbattimento è nostro interesse, autorizzeranno e daranno corso alla pratica». Del resto era stato proprio il Comune di Settimo, negli anni scorsi, a emanare una serie di ordinanze di messa in sicurezza e di sgombero dell’area. Fino a quella dell’abbattimento. «Abbiamo ricevuto rassicurazioni da Unicredit – conclude Bisacca – sull’imminente apertura del cantiere. La stessa banca ha confermato che entro il mese di marzo la palazzina ex Asm sarà demolita».

Leggi anche:  Bambino di 5 anni cade in un lago di notte

Il sollievo dei residenti

Per i cittadini che abitano nella zona, quella della demolizione è stata una buona notizia. In attesa dell’avvio del cantiere per l’inizio della demolizione, i cittadini e gli utenti dell’area, sono infatti impazienti di liberarsi di tutto il degrado che affligge l’area da moltissimi anni.