Discariche abusive: individuato un uomo dalle telecamere. E’ accaduto nei giorni scorsi nel Comune di San Mauro Torinese.

Discariche abusive

Le fototrappole cominciano a dare i primi risultati. E’ stato identificato il responsabile dell’abbandono di rifiuti ingombranti avvenuto alcuni giorni fa in un’area periferica della città.
Il punto indicato dall’occhio elettronico è stato più volte segnalato dai cittadini, e non solo, per essere stato trasformato in discarica a cielo aperto da gente incivile e irresponsabile. Motivo per cui l’Amministrazione comunale ha deciso di intervenire installando una telecamera ambientale.

Beccato un incivile

«Investimento che comincia a dare i primi risultati – commenta soddisfatto il sindaco Marco Bongiovanni, con delega ai Rifiuti -. La telecamera ha ripreso il momento in cui il mezzo accostava nel punto individuato come “ideale” per l’abbandono di un mobile. E’ stato quindi possibile, attraverso la lettura della targa, risalire all’autore del gesto e sanzionarlo». Una sanzione che dipende da alcuni fattori: «Prima di tutto vi è una distinzione tra soggetto fisico e società – spiega Bongiovanni -. In quest’ultimo caso, ad esempio, si scende nel penale oltre a una sanzione di migliaia di euro».
Le telecamere, posizionate in diversi punti della città e controllate dalle Forze dell’Ordine attive sul territorio, permettono di monitorare i movimenti nell’area considerata vulnerabile a questo genere di atto. Sono diverse le zone individuate dall’Amministrazione e dove sono state installate le telecamere ambientali, ma la mappa precisa è top secret.
Un brutto vizio che crea l’amaro in bocca, soprattutto perché «I mobili – spiega il primo cittadino – possono essere ritirati gratuitamente da Seta. E’ sufficiente segnalarlo, chiamando il numero apposito, affinché passino gli incaricati a portarlo via. Un gesto davvero semplice che eviterebbe di provocare un danno all’ambiente e un costo all’Ente per la pulizia della discarica abusiva».

Leggi anche:  Bimbo colto dal malore durante una partita di calcio

Il racconto di una vittima di questi maleducati

Ma i residenti delle zone periferiche in cui gli episodi sono più frequenti sono preoccupati. «Mi è capitato di intervenire vedendo persone intente ad abbandonare i rifiuti – racconta un uomo di un condominio vicino alla discarica abusiva -. Arrivato a bordo della mia macchina ho chiesto loro cosa stessero facendo, il risultato: mi hanno sfasciato la vettura che tengo parcheggiata fuori. Righe e bolli che prima non avevo. Speriamo che con le telecamere si possano debellare questi atti, ma la verità è che siamo un paese di incivili. Comunque, solitamente non sono persone che vivono nel quartiere, vengono da fuori e approfittano del fatto di non essere riconosciuti per agire».
Con i primi risultati dell’occhio elettronico, però, il Comune è determinato nel riuscire a contrastare il fenomeno una volta per tutte.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!