Droga nascosta nella biancheria del ristorante e negli slip: arrestati due pusher. Le due operazioni sono state condotte dai carabinieri della Compagnia di Chivasso.

Droga nascosta nella biancheria

La cocaina era confezionata in due sacchetti, nascosti tra le tovaglie e i tovaglioli del suo ristorante. Così è stato scoperto il titolare di un locale di Gassino, arrestato dai militari della stazione di Castiglione per detenzione di droga. I carabinieri hanno sequestrato complessivamente 184 grammi di cocaina. La giustificazione dell’uomo alle domande sul motivo per cui fosse in possesso della sostanza stupefacente: era per uso personale.

Le dosi dei clienti, negli slip

Negli slip nascondeva 27 dosi di droga, tra cocaina e hashish. L’uomo è stato fermato dai carabinieri della tenenza di Settimo dopo aver consegnato una dose di hashish a un cliente, il quale è stato segnalato alla Prefettura come tossicodipendente. Durante la perquisizione personale i militari hanno trovato, nascoste all’interno degli slip, le dosi pronte per essere spacciate oltre a 70 euro in contanti. La successiva perquisizione a casa del pusher, ha permesso di sequestrare 120 grammi di hashish, un bilancino di precisione e 170 euro in contanti di banconote di piccolo taglio.

Leggi anche:  Lavori alla Chiesa San Pietro, chiude via Teologo Antonino LE FOTO

Le operazioni sul territorio

Proseguono dunque le attività dei carabinieri per contrastare lo spaccio di droga nelle città.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!