Marijuana, preso il carico di Natale. Le indagini proseguono, e molti dati verranno forniti alla sezione narcotici della Squadra Mobile per possibili ulteriori sviluppi.

Droga, preso il carico di Natale di marijuana

Un po’ come accade alle grandi catene di distribuzione, anche il mercato della droga ha le stesse esigenze: riempire i magazzini in vista delle feste natalizie. E’ questo che ha dichiarato Saimir Ballesha, un albanese dell’ 87, agli agenti del commissariato Mirafiori quando hanno trovato, all’interno del suo box, 7 borsoni carichi di marijuana. Un colpo grosso, oltre 71 chilogrammi: “Era un carico che serviva per le richieste di Natale, io dovevo solo custodirlo per conto di altri”. Agli investigatori servirà chiarire meglio il suo ruolo, che al momento non sembra chiaro. In effetti, i borsoni trovati sono 7, ciascuno da 30 chili circa, quindi il carico originariamente custodito doveva essere di oltre 200 chili. Probabilmente la maggior parte era già stata smerciata.

Un bottino da 900 mila euro

Un lavoro non proprio da “novellino” se si pensa che, venduta all’ingrosso, la roba avrebbe fruttato circa 900 mila euro. Se poi si pensa al dettaglio, la cifra ammonta a milioni di euro.

L’operazione

L’operazione nasce da un’attività ordinaria di pattugliamento in borghese davanti a un bar (zona Mirafiori) ove spesso si ritrovano persone pregiudicate, anche per motivi di “affari”. Gli agenti notano un personaggio visto in altre occasioni, parla con vari conoscenti, ma lo fa con circospezione. Poi si allontana frettolosamente in auto. I poliziotti decidono di pedinarlo e la prima sosta è un box in via Arnaldo da Brescia. Il Ballesha viene visto scendere dall’auto e posare una borsa semirigida (da supermercato) all’interno del box. A quel punto i poliziotti decidono di intervenire, sospettando potesse trattarsi di droga: il box auto viene aperto e perquisito, il carico “natalizio” sequestrato e il soggetto arrestato per detenzione ai fini di spaccio. Le spiegazioni fornite dall’albanese, incensurato, non convincono gli inquirenti: sostiene di essere stato in difficoltà economiche e di aver chiesto aiuto a dei connazionali del “giro”: “ero disperato, pronto anche a correre molti rischi pur di mettere qualche soldo da parte”. Giura che fosse la prima volta in vita sua. Il suo ruolo, invece, sembra di essere di un certo spessore. Le indagini proseguono, e molti dati verranno forniti alla sezione narcotici della Squadra Mobile per possibili ulteriori sviluppi. Per adesso resta la soddisfazione degli agenti del commissariato Mirafiori per aver tolto, dal “mercato delle feste”, oltre 71 chili di droga.

Leggi anche:  Chiamano i soccorsi perché da giorni non vedono la vicina di casa

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!