Sarebbero quattro i cellulari rubati durante un furto in parrocchia, è successo alla San Pietro in Vincoli di Settimo.

Furto in parrocchia

Dopo quanto accaduto nei mesi scorsi alla San Pietro in Vincoli e alla Santa Maria di via Don Gnocchi di Settimo, quando alcuni malviventi si sono lasciati chiudere in Chiesa per mettere le mani sul contenuto delle cassette delle offerte, i ladri sono tornati in azione all’interno delle parrocchie settimesi. La prima giornata dei centri estivi organizzati dalla Chiesa del centro storico di Settimo – quindi – è iniziata nel peggiore dei modi. E non in termini di partecipazione e di divertimento dal momento che, per l’intera giornata, tutta la cittadinanza ha potuto constatare il divertimento delle moltissime decine di bambini che stanno partecipando alle attività ricreative ed educative.

Cellulari “spariti” alla San Pietro

Ancora una volta è la Chiesa di San Pietro in Vincoli a pagare lo scotto dell’entrata in azione dei malintenzionati. Tutto è successo nella giornata di ieri, lunedì 10 giugno, quando ignoti si sono impossessati dei cellulari di alcuni animatori e di una ragazzina iscritta ai centri estivi organizzati dalla parrocchia.

I fatti

I primi ad accorgersi del fatto sono stati gli animatori. Tre di loro, infatti, hanno subito il furto del proprio telefono cellulare. Il quarto e ultimo cellulare che al momento risulta essere stato trafugato appartiene, quindi, a una delle iscritte al centro estivo della parrocchia del centro che ha iniziato le attività proprio ieri.

Amareggiato il parroco Don Antonio Bortone

E’ amareggiato don Antonio Bortone, parroco del centro città e della San Vincenzo.

Sono stato contattato immediatamente dai ragazzi – spiega – non appena si sono accorti di quanto accaduto. E’ evidente che si tratta di un episodio davvero spiacevole. Abbiamo parlato con i ragazzi e con i loro genitori. Per quanto ci è stato possibile abbiamo invitato loro a presentare denuncia ai carabinieri. Noi, per quanto ci riguarda, ci rivolgeremo alla nostra assicurazione.

Il regolamento

E’ lo stesso don Antonio Bortone, intanto, a ricordare che le famiglie che iscrivono i propri figli al centro estivo firmano un regolamento ben preciso, anche sui beni di valore.

Nel regolamento è riportato il consiglio di non portare beni di valore durante i centri estivi, idem per quanto riguarda il denaro contante: non è necessario che bambini e ragazzini abbiano con sé beni di particolare valore

Lo sfogo

E’ – ancora una volta – sui social network che si consuma la “battaglia” su quanto accaduto nella giornata di ieri. Tanti genitori, ma anche nonni, hanno commentato negativamente quanto accaduto riportando – riga dopo riga – quanto è stato raccontato loro da ragazzi e bambini. Compresa la “perquisizione” che è stata fatta negli zainetti dei partecipanti. Circostanza confermata dal parroco.

Sì – conclude don Antonio – è stato fatto un controllo. Anche perché inizialmente si pensava che si trattasse soltanto di uno scherzo di cattivo gusto.

Ma i telefoni cellulari sottratti ieri, di fatto, non sono ancora “saltati fuori”. Nonostante l’invito del parroco della San Pietro in Vincoli che, nella mattinata di oggi – martedì 11 – ha detto, concludendo il momento di preghiera, “Se è stato un brutto scherzo allora questo è il momento di ammetterlo, se sapete qualcosa venite a raccontarmelo”.