Gli ordini della droga davanti alla stazione, due pusher arrestati. Il luogo scelto per prendere la comanda era la stazione ferroviaria, luogo di passaggio e frequentato.

Droga davanti alla stazione

Avevano scelto la stazione ferroviaria di Trofarello come base operativa per i loro traffici illeciti. I due spacciatori, entrambi italiani, aspettavano i loro clienti lì davanti, pronti a prendere nota degli ordini richiesti, poi andavano a casa o in un garage per effettuare la consegna. I carabinieri hanno scoperto questa organizzazione, riuscendo ad arrestare i due giovanissimi, entrambi 19enni e residenti a Trofarello.

I controlli

E’ da una serie di accertamenti dei carabinieri, partiti dopo i danneggiamenti alla sala di attesa della stazione, che i militari hanno identificato i pusher. Al momento non vi è alcun collegamento gli atti vandalici sono attribuibili ai due pusher e i loro clienti.

I baby pusher

In manette sono finiti due ragazzi di 19 anni, entrambi residenti a Trofarello. Nel corso delle perquisizioni personali e domiciliari, i militari hanno sequestrato oltre 400 grammi di marijuana, 35 grammi di cocaina, due bilancini di precisione e altro materiale finalizzato al confezionamento delle sostanze stupefacenti. Inoltre, sono stati trovati oltre 1.800 euro come possibile provento dell’attività di spaccio. I ragazzi, seppur si conoscono e utilizzano lo stesso metodo di vendita, hanno dichiarato di non lavorare insieme.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?