Già vandalizzati i nuovi dispositivi installati in collina, è una vera guerra agli autovelox.

Guerra agli autovelox

Sembra una vera e propria dichiarazione di guerra all’installazione dei nuovi autovelox, da parte delle amministrazioni di Gassino e San Raffaele, sulle strade della collina. Dieci apparecchi installati per prevenire le folli corse dei “piloti” della collina sembrano essere, a detta di alcuni, più un modo per fare cassa che per risolvere il problema dell’alta velocità. La Sp 590 e la Sp 97 sono le due direttrici che hanno visto “spuntare” nei giorni scorsi i dispositivi arancioni tanto temuti dagli automobilisti.

Già vandalizzati

Gli automobilisti della collina non hanno preso affatto bene la novità. E, qualcuno, ha pensato bene di andare già al contrattacco. Nella notte tra sabato e domenica, infatti, i primi box installati a San Raffaele sono già stati vandalizzati. La vernice nera di una bomboletta spray ha letteralmente messo “fuori uso” l’occhio elettronico dei box per il controllo dei limiti di velocità. Una notizia che, probabilmente, è stata accolta con favore da chi ha il “piede pesante”.

Leggi anche:  Muore per strada stroncato da un malore

Quando entreranno in funzione

La prossima settimana i box saranno installati anche sul territorio di Gassino e, nell’arco di un mese, i dieci dispositivi entreranno pienamente in funzione. Il non funzionamento temporaneo delle apparecchiature però, ricordano i comandi della Polizia municipale del territorio, non implica l’assenza di controlli alla velocità delle vetture anche con altri dispositivi in dotazione agli agenti.