Hossain Faisal non è stato ucciso. Questi i risultati dell’esame autoptico richiesti per accertare i motivi del decesso. Si è dunque trattato di un arresto cardiaco.

Hossain Faisal non è stato ucciso

Le indagini della Squadra Mobile della Questura di Torino, coordinate dalla locale Procura della Repubblica e partite immediatamente dopo il decesso di Hossain Faisal, escludono qualsiasi ipotesi delittuosa.

E’ stato un arresto cardiaco

I risultati dell’esame autoptico hanno confermato quanto emerso dai primi accertamenti medici sul cadavere del cittadino bengalese. La causa del decesso è riconducibile ad un improvviso arresto cardiaco: sul corpo, infatti, sono stati riscontrati i segni tipici di una morte per infarto. Nessun segno di violenza, invece, o di lesioni da difesa; negativi gli accertamenti
tossicologici effettuati.

Non c’è stata violenza

Si ribadisce, infine, che la morte di Hossain Faisal non è in alcun modo collegata ad altri episodi di violenza verificatisi C.P.R. “Brunelleschi” di Torino.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Leggi anche:  Escursionista precipita in un dirupo: salvato dal Soccorso Alpino

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!