Si è spento ad appena sei anni il guerriero Mattia, affetto da due gravi patologie.

Mattia, il piccolo guerriero è volato in cielo

Si è spento alle 21 di ieri, venerdì 17 maggio, il piccolo Mattia Maffei, il bimbo torinese di sei anni che ha lottato contro due malattie rarissime: la Ring 4 e la sindrome di Angelman. Due rare patologie contro cui il piccolo Mattia ha lottato duramente insieme a papà Gianpaolo e mamma Sonia. Con coraggio e dignità, anche con i ripetuti appelli per ricevere un sostegno concreto, economico e non, per riuscire a far fronte alle numerose spese necessarie all’assistenza continua del piccolo. L’annuncio è arrivato nelle scorse ore proprio attraverso i profili social del papà e del gruppo dedicato alla storia del bimbo.

L’addio di mamma e papà

E’ a un lungo post pubblicato sulla pagina Facebook “Un sorriso x Mattia” che è stato affidato l’ultimo saluto al bimbo guerriero volato in cielo troppo in fretta.

Ieri alle ore 21 il nostro piccolo, ma grande guerriero Mattia, ci ha lasciato….. È volato in cielo, là dove gli angioletti come lui, sono destinati a stare ... È andato via con impressa l’immagine del suo papà…. Ormai da 2 giorni in coma non apriva più gli occhi e non muoveva più un arto … Oggi mentre papà gli parlava per l’ennesima volta , il piccolo monello ha aperto gli occhi. Li papino suo, ha capito che stava accadendo qualcosa di importante, infatti nel giro di qualche frazione di secondo ha emanato i suoi 2 ultimi respiri, lasciandosi poi andare verso un posto migliore, dove non c’è dolore e sofferenza….. Bene lì , nella stanza un no ripetuto , ha rotto il silenzio … Le urla lancinanti di mamma Sonia hanno fatto capire per bene cosa fosse successo….. Non voglio aggiungere altro….infine dopo ore , dove papà e la mamma se lo sono preso in braccio e coccolato , stringendoselo a loro , come se fossero un’unica persona … 

“Resterà nel cuore di migliaia di persone”

La storia di Mattia Maffei, della lotta contro la malattia, e del coraggio di papà Gianpaolo e mamma Sonia, sono state oggetto dell’interessamento di migliaia di persone che, proprio attraverso i social, hanno potuto conoscere la sua vicenda.

Resterà comunque sempre nel cuore di migliaia di persone che l’hanno conosciuto, anche solo virtualmente,ma si sono innamorati del suo sorriso e della dolcezza che emanava ,solo nel guardarlo … Buon viaggio figlio nostro.. finalmente hai smesso di soffrire…. Ti abbiamo amato dal primo momento che ti abbiamo visto, e sicuramente ti ameremo , finché un giorno riusciremo a raggiungerti , tornando così , finalmente ad essere tutti e tre insieme….per sempre…. TI AMIAMO AMORE NOSTRO…. Tuo papà Gianpaolo e tua mamma Sonia, sei e rimarrai sempre la nostra stella speciale, lassù in cielo. Non è un addio , ma un arrivederci . Grazie a tutti coloro che hanno e spero continuino a leggere le pagine di Mattia….. Noi vogliamo ricordarlo così

Sono già centinaia i messaggi di condoglianze e di affetto che si stanno susseguendo sui social per ricordare Mattia e per sostenere i suoi genitori in questo momento di profondo dolore. Così come le tante fotografie che raccontano i momenti di gioia che il piccolo ha saputo portare nella vita di mamma e papà.

Leggi anche:  Black out elettrico a Crescentino, la cabina "spegne la città"