Marito e moglie in prognosi riservata dopo l’incendio villetta della notte scorsa, soccorsa anche la figlia dei due coniugi ricoverati.

Incendio alloggio nella notte

E’ scoppiato intorno alle 3,30 della notte scorsa il grave incendio che si è sviluppato, probabilmente a causa di un corto circuito, all’interno di una villetta in via Ronchi 25 a Volpiano. Come riporta Il Canavese, all’interno della villetta erano presenti tre persone. Una coppia di coniugi di 60 e 61 anni e la loro figlia di 31.

L’allarme

E’ stata proprio la figlia a dare l’allarme allertando subito i Vigili del Fuoco, mentre i suoi genitori tentavano di spegnere l’incendio, partito dai locali della tavernetta, con un estintore. Ma poco dopo hanno perso conoscenza a causa dei fumi.

Marito e moglie in prognosi riservata

Proprio per i fumi inalati nel corso dell’incendio i coniugi si trovano ricoverati in gravi condizioni e in prognosi riservata. I soccorritori del 118 hanno trasferito d’urgenza la moglie all’ospedale torinese Giovanni Bosco, il marito presso quello di Chivasso. Qui è stata trasportata anche la figlia le cui condizioni non sono gravi.

Leggi anche:  Malore per il papà di Capitan Harlock, è grave

I soccorsi

Sul posto, oltre al 118, sono intervenute anche i Vigili del Fuoco del distaccamento volontari di Volpiano e di quello dei vigili permanenti di Torino Stura che hanno domato le fiamme. Saranno le relazioni tecniche a stabilire le cause del rogo.

 

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!