Un trentenne residente a Caluso, difeso dall’avvocato Lorenzo Bianco (nella foto), è finito a processo  con l’accusa di presunta guida in stato di ebbrezza:  aveva causato un incidente.

Incidente

L’imputato è stato ascoltato dal giudice Angela Rizzo del Tribunale di Ivrea e ha raccontato la sua versione dei fatti avvenuti il 16 maggio del 2015 nel parcheggio del locale La Caletta di Candia, dunque in un’area privata.
Il giovane stava partecipando ad un matrimonio quando, al volante della sua Opel Astra, avrebbe urtato un Range Rover Evoque che stava percorrendo la parte finale della discesa che conduce al parcheggio del ristorante.

Rifiuta l’alcol test

Tramortito e sotto shock, il calusiese è stato portato a casa e il vicino l’hai poi accompagnato al pronto soccorso dell’Ospedale di Chivasso dove, però, si sarebbe rifiutato di sottoporsi agli esami per rilevare l’eventuale presenza di alcol nel sangue.
Tra i testimoni, sono stati ascoltati anche il vicino di casa (che ha negato, secondo la sua impressione, che il giovane avesse fatto abuso di alcol) e la conducente dell’altro veicolo.
La sentenza è attesa per il 15 aprile.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Leggi anche:  Tram deragliato, 4 feriti

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!