La città colpita dai vandali davanti agli ingressi delle scuole, il sindaco di Crescentino Vittorio Ferrero: “Caccia agli imbecilli”.

La città colpita dai vandali

Nella notte tra martedì 9 e mercoledì 10 luglio i vandali hanno colpito lungo via Tino Dappiano a Crescentino, più precisamente agli ingressi della scuola primaria Serra e dell’Istituto Calamandrei dove svolgono le lezioni coloro che seguono i corsi di agraria e geometra. Hanno abbattuto i cartelli stradali, rovesciato le fioriere e ancora rovinato il giardino interno della scuola superiore.

Il sindaco: “Caccia agli imbecilli”

Il primo cittadino Vittorio Ferrero inorridisce di fronte a questa situazione e così commenta sul proprio profilo:

“Siamo a Crescentino in una tranquilla e calda notte di luglio quando verso le tre (così raccontano alcuni testimoni che hanno sentito dei rumori) alcune persone (si presuppongono ragazzi) si divertono a mettere a soqquadro alcune zone della nostra cittadina. Svuotano i cestini, buttano a terra cartelli e vasi di fiori e non contenti scavalcano il muro dell’Istituto Geometri e rovinano il giardino biblico creato dai ragazzi dell’agrario.

Cari Ragazzi, io non so ancora chi siate, ma state pur certi che faremo in modo di “beccarvi” e di “regalarvi” molte e molte ore di lavori pubblici con paletta e ramazza in mano perché impariate ad avere più cura dei beni comuni.

Questa mattina gli operai comunali hanno dovuto sistemare cartelli e cestini, anziché dedicarsi ad altri lavori programmati, e domani alcuni alunni della scuola provvederanno (grazie di vero cuore) a sistemare ciò che avete rotto.

I Carabinieri ed i Vigili stanno visionando alcune registrazioni delle telecamere poste nelle vicinanze, occhio! Intensificheremo i controlli e grazie alla disponibilità dei Vigili verranno organizzati alcuni turni serali a sorpresa. Crescentino non è un posto per vandali, sappiatelo. Se pensavate lo fosse vi siete sbagliati alla grande”.

Non è la prima volta

Non è certamente la prima volta che sul nostro sito ci troviamo a descrivere atti vandalici a Crescentino. Sono tante le volte, infatti, che qualche ragazzino ha scelto di divertirsi deturpando la città, sia beni pubblici come possono essere le fioriere oppure le targhe che indicano i nomi delle vie, sia privati quando hanno imbrattato muri di casi, vetrine di negozi e quant’altro. Insomma, Crescentino è una città che in passato ha fatto parlare e che continua ancora oggi.

Leggi anche:  Comunità per minori chiusa, ricollocati i ragazzi

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!