Lavoro nero in una pizzeria del centro di Chivasso.

Lavoro nero in una pizzeria

Dopo i Nas, arrivati in città nel mese di agosto, ora sono gli uomini del Nucleo Carabinieri dell’Ispettorato del Lavoro di Torino a far tremare i commercianti chivassesi.

Blitz a “Il Vecchio Cavour”

L’ultimo blitz è avvenuto mercoledì 3 ottobre. Infatti, i militari hanno bussato alla porta della pizzeria «Il Vecchio Cavour» di via Torino, in piena isola pedonale. Questo, per una serie di controlli legati anche a segnalazioni dell’Arma territoriale.
Stando alle prime indiscrezioni, durante le verifiche nel locale gestito da Luciano Ilacqua, l’Ispettorato del Lavoro avrebbe trovato quattro lavoratori «irregolari» (in nero). Circostanza che ha portato alla sospensione dell’attività ma solo «sulla carta».

Cosa accade ora

In questi casi il provvedimento scatta dalle ore 12 del giorno successivo. Prima di tale termine Ilacqua avrebbe provveduto sia all’assunzione dei quattro dipendenti che al pagamento di una prima sanzione da due mila euro. Due elementi che, come detto, hanno portato alla revoca del provvedimento prima dell’entrata in vigore dello stesso. Ora, se i quattro lavoratori resteranno alle dipendenze della pizzeria per almeno 90 giorni, Ilacqua sarà ammesso al pagamento della sanzione in forma ridotta, e dovrà sborsare «solo» otto mila euro.
Altrimenti, la cifra salirà a 14 mila.