Locali sporchi e senza autorizzazioni, notte di multe ieri, giovedì 11 aprile durante il controllo del territorio Agenti del Comando San Salvario della Polizia Municipale.

Controllo del territorio

Nella sera di ieri, giovedì 11 aprile, nell’ambito di un servizio di controllo del territorio Agenti del Comando San Salvario della Polizia Municipale, insieme al personale del Commissariato Barriera Nizza della Polizia di Stato, hanno proceduto a varie verifiche.

Videogiochi illegali

Alle ore 19.20 all’interno di un bar in corso Dante gestito da cittadino italiano hanno sequestrato 2 videogiochi, perché in uso in orari non consentiti e collocati a una distanza inferiore a 500 metri da plessi scolastici e istituti di credito, con sanzione pecuniaria di 4.500 euro.

Locali sporchi

Alle ore 20.20, all’interno di un locale di vicinato alimentare e di laboratorio di gastronomia in via Belfiore e gestito da cittadino di nazionalità marocchina, hanno riscontrato diverse irregolarità (carenze igienico sanitarie, la mancata esibizione dell’autorizzazione insegne e la mancata esposizione del cartello divieto di fumo) per totale di 1690 euro di sanzioni.
Alle ore 22.40, all’interno di un ristorante in via S. Anselmo gestito da cittadina di nazionalità cinese, hanno riscontrato diverse irregolarità (apertura abusiva del locale, mancanza dei requisiti professionali per esercitare l’attività, mancanza dia sanitaria, manuale di autocontrollo HACCP, mancata esposizione dei prezzi, del cartello di fumo, tabelle alcoolemiche e relativa presenza del dispositivo alcool test, riproduzione a stampa di alcuni articoli del Tupls e del suo regolamento, mancata esibizione autorizzazione dehors e insegne). Sono in corso accertamenti per presunte irregolarità edilizie e la regolare assunzione di 3 dipendenti. Sanzioni per 16.040 euro. La Polizia di Stato ha, inoltre, proceduto al sequestro giudiziario di alimenti per circa 20 chilogrammi per cattivo stato di conservazione e frode in commercio, in quanto sul menu non venivano indicati i cibi surgelati.

Leggi anche:  Ladro colpisce la stessa catena di abbigliamento: arrestato