Maltrattamenti in famiglia, la fine di un incubo per una mamma. L’uomo picchiava moglie e figli da tempo, finché lei ha trovato il coraggio di rivolgersi alla Polizia.

Maltrattamenti in famiglia

Picchiava la compagna da diverso tempo, la colpiva con schiaffi, pugni e calci. Le lasciava segni molto ben visibili in diverse parti del corpo e quando i figli si intromettevano per difenderla, lui picchiava anche loro. Eppure mancava il coraggio di denunciare questa situazione, la paura delle ripercussioni aveva sempre fermato la donna.

Le grida in strada

Ma alcuni giorni fa, le grida e le strilla si sono fatte ancora più intense, al punto da attirare l’attenzione di un passante. E’ stato proprio uno sconosciuto, intimorito da quanto sentito in strada, a chiamare la polizia e far arrivare la pattuglia nell’abitazione in zona San Donato. Una segnalazione giunta anche dalla stessa donna, vittima dei maltrattamenti, che esasperata aveva chiamato in cerca di aiuto.

L’intervento della Polizia

All’arrivo sul posto, gli agenti hanno trovato il compagno, un cinquantenne del Ghana, particolarmente agitato, senza controllo. La lite era cominciata quando la donna, vedendolo in queste condizioni, gli aveva chiesto spiegazioni: ha iniziato a gridare frasi disconnesse per poi passare alla violenza fisica, colpendola ripetutamente. L’uomo è stato fermato dalla Polizia.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?