Un uomo di trent’anni è stato arrestato dalla Guardia di Finanza di Torino: minacciava i passanti con un grosso martello e danneggiava le auto in sosta.

Minacciava i passanti con un martello

Colto probabilmente da un raptus ha iniziato a minacciare i passanti brandendo un grosso martello. E’ successo nella tarda serata di ieri, lunedì 15 aprile, intorno alla mezzanotte. La presenza dell’uomo che costituiva una seria minaccia all’incolumità dei residenti, è stata prontamente segnalata alle forze dell’ordine che si sono precipitate sul posto. Tutto è successo nei pressi di corso Sebastopoli dove, l’uomo, ha danneggiato anche numerose auto in sosta sull’arteria torinese.

Arrestato dalla Finanza

Sul posto sono intervenuti gli operatori della Guardia di Finanza di Torino. Anche loro, nel tentativo di calmare l’uomo, sono stati minacciati. Tanto che i finanzieri sono riusciti a disarmarlo e a immobilizzarlo a fatica. Sono seguiti, quindi, gli accertamenti di rito. L’uomo, trent’anni e originario del Gambia, è risultato essere già noto alle forze dell’ordine. I finanzieri lo hanno quindi arrestato e trasferito in carcere. Per quanto riguarda, invece, i danni riportati dalle autovetture, i rispettivi proprietari sono già stati contattati dalla Guardia di Finanza.

Leggi anche:  Uccide la moglie e poi si costituisce

Il precedente

Quanto accaduto ieri sera a Torino ricalca, in qualche modo, un analogo intervento – sempre della Guardia di Finanza di Torino – che risale a poche settimane fa. In questo caso gli operatori, lo scorso 1 aprile, avevano fermato un uomo di sessant’anni e di origini somale che minacciava chiunque gli capitasse intorno brandendo un grosso cacciavite nei pressi della stazione ferroviaria di Torino Porta Nuova. Anche in questa circostanza, ad allertare i finanzieri impegnati in attività di controllo sul territorio, erano stati i cittadini spaventati.