Morti in bici dati allarmanti.

Morti in bici

Sono dati allarmanti quelli presentati dall’assessore ai Trasporti Francesco Balocco in risposta all’interrogazione di Gian Luca Vignale (M5S). La questione è stata discussa oggi in aula, entrando nel merito della sicurezza delle piste ciclabili in Piemonte.

I dati

Lo scorso anno su 10.905 incidenti accaduti nella nostra regione, 1.042 hanno coinvolto i ciclisti. Nello specifico, 1.002 sono stati i feriti, mentre 23 le persone decedute. Nel 2015  invecei sinistri erano stati 11.134. Invece 1.043 quelli che hanno interessato i fruitori delle due ruote, di cui 997 sono stati i feriti e 13 i morti. I dati evidenziano inoltre che, seppur siano diminuiti gli incidenti nel 2016, è invece aumentata la loro pericolosità. Il numero dei decessi è passato da un valore di 13 nel 2015, ad un valore pari a 23 lo scorso anno e, nello specifico nella Città metropolitana si è passati rispettivamente da 6 morti a 11.

Gli interventi

I dati non lasciano purtroppo scampo ai dubbi. La pericolosità in aumento determina la necessità di un intervento al fine di ripristinare le situazioni che al momento rappresentano il maggiore pericolo.