E’ morto l’ex sindaco Giuseppe Massimino, aveva 71 anni. E’ stato un riferimento per il centro-sinistra piemontese.

Morto ex sindaco Massimino

Si è spento all’improvviso Giuseppe Massimino. E’ stata figura di spicco, la sua, nel panorama del centrosinistra piemontese. Un lutto improvviso che ha lasciato sgomenti tutti i colleghi e gli amministratori della Città Metropolitana di Torino che, nel corso degli anni, hanno avuto la possibilità di collaborare con lui. La notizia si è diffusa nella tarda mattinata di oggi, martedì 23 aprile, e promette di lasciare il segno tra tutti i conoscenti e i colleghi dell’attività politica.

Il cordoglio del suo sindaco

Tra i primi a dare la notizia della scomparsa di Giuseppe Massimino, l’attuale sindaco di Beinasco. Uno dei successori di Massimino alla guida del comune torinese. E’ stato lui, attraverso anche la pagina Facebook ufficiale dell’Amministrazione a fare il triste annuncio.

“Beinasco si stringe con grande dolore e commozione intorno alla famiglia di Giuseppe Massimino, sindaco della città dal 1990 al 1999, scomparso questa mattina”, ha scritto l’attuale primo cittadino sui social.

L’ultimo saluto e il lutto cittadino

“Per consentire ai cittadini di porgere un ultimo saluto a Giuseppe Massimino, l’Amministrazione comunale ha allestito la camera ardente presso la Sala del Consiglio Comunale in ex Chiesa Santa Croce, piazza Alfieri, nei giorni 24 aprile dalle 15,30 alle 18,30 e 25 aprile dalle 9 alle 12”

Così si legge sul profilo dell’attuale sindaco del Comune di Beinasco. Lo stesso profilo che consente di conoscere le date e gli orari per le commemorazioni ufficiali in memoria di Massimino.

Il santo rosario sarà celebrato in S. Maria in via Martiri della Libertà 3 a Borgaretto si svolgeranno il rosario, mercoledì 24 aprile alle 18,45, ed il funerale, giovedì 25 aprile alle 14.30. Il Sindaco ha proclamato il lutto cittadino per il 25 aprile 2019 per l’intera durata della cerimonia funebre.