Nascondevano la cocaina in cantina: due arresti. Credevano che il nascondiglio scelto fosse ottimale per evitare controlli.

Cocaina in cantina

E’ al termine di un’accurata attività di indagine che gli operatori del Commissariato Barriera di Milano sono riusciti a individuare il luogo dove i due uomini nascondevano la cocaina: in una cantina di corso Brescia. Un vero e proprio magazzino di smercio, luogo ideale per dividerla in dosi e poi spacciarla al dettaglio.

Chi sono i pusher

A detenere la sostanza stupefacente in quei locali, due uomini di 41 e di 19 anni, entrambi marocchini e risultati essere irregolari sul territorio nazionale. I due sono stati notati dagli investigatori attraverso una “bocca di lupo”, sostare all’interno del vano cantine dello stabile dove dormivano.

La perquisizione

A destare i sospetti, inoltre, il modo di agire e questo continuo comunicare a bassa voce, come se nessuno avesse dovuto sentirli. La perquisizione da parte della Polizia di Stato ha permesso di rinvenire e di recuperare 60 grammi di cocaina e tre bilancini di precisione. I due uomini sono stati dunque arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.