Per gli abitanti di Casalborgone è stata una vera e propria notte di paura quella intercorsa tra mercoledì 19 e giovedì 20 giugno. Una raffica di furti si è verificata tra la Val Frascherina e Val Berzano.

Nuovi furti in Collina

Per gli abitanti di Casalborgone è stata una vera e propria notte di paura quella intercorsa tra mercoledì 19 e giovedì 20 giugno. Una raffica di furti si è verificata tra la Val Frascherina e Val Berzano. Il fatto poi che il bottino sia “appena” di un’auto Ford Focus, non deve nascondere l’onda emotiva di paura che da allora ha attraversato tutti i residenti, non solo quelli che abitano nelle valli colpite.

Una notte di paura

La sequenza degli eventi è degna di un film d’azione, seppur con particolari che – letti a bocce ferme – potrebbero far sorridere qualcuno. I ladri hanno iniziato e concluso la propria azione in un’abitazione in Val Frascherina. Iniziato perchè dapprima hanno tentato di entrare nella casa allargando le grate con un cric tanto potente (molto più di uno che viene usato comunemente nelle auto) da allargare sbarre spesse qualche centimetro. Non appena hanno messo piede nell’edificio, l’allarme è iniziato a suonare e i malviventi sono scappati.
Dopo di che i ladri (due sono stati ripresi dalle telecamere delle abitazioni, non si sa quanti accompagnassero l’azione dalla strada) si sono spostati in Val Berzano dove, dopo essere entrati nel garage di una casa, hanno tentato di rubare un furgone, ma la batteria ha deciso di fare le bizze al momento giusto, così la spaccata non ha avuto successo.
Il terzo obiettivo della banda era nuovamente in Val Frascherina, dove i malfattori si sono introfulati in una nuova abitazione, ma la signora al’interno dopo averli sentiti ed essersi svegliata dal sonno si è messa a gridare talmente forte da attirare l’attenzione del vicino che, munito di zappa, è corso in soccorso per far scappare la banda di ladri.
A quel punto i due banditi, vestiti entrambi con felpa e cappello, non appena hanno seminato l’uomo con la zappa, sono tornati nella prima abitazione. Qui i proprietari, svegliati dal motore dell’auto che i banditi stavano portando via, hanno cercato di fermarli, ma non hanno fatto in tempo per qualche manciata di metri.
Come detto il bottino della banda è stato non elevato, considerando il numero di abitazioni visitate, ma da allora non c’è un abitante di Casalborgone che non abbia paura che fatti simili non si possano ripetere in un prossimo futuro.

Leggi anche:  Incendio alla Pastorelli Legnami di Roccaforte

Giovedì un incontro

Per questo motivo l’amministrazione comunale di Casalborgone ha deciso di organizzare un incontro pubblico per giovedì 27 giugno alle 21 nella sala consiliare. Il tema è “Come rafforzare la sicurezza sul territorio attraverso lo scambio di informazioni”. Oltre al sindaco Francesco Cavallero, sarà presente il Comandante della Stazione dei Carabinieri di Casalborgone Americo Celani.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!