Oltre 2 milioni di giocattoli pericolosi sequestrati dalla Finanza. L’esito dell’operazione condotta dalle Fiamme Gialle in Piemonte e Lombardia.

Giocattoli pericolosi

Erano già imballati e pronti per essere immessi sul mercato i 2,6 milioni di giocattoli, potenzialmente pericolosi, sequestrati, nel corso di un’operazione, dalla Guardia di Finanza di Torino. Merce dal valore complessivo di 4 milioni di euro.

L’indagine

L’operazione è stata condotta dai Finanzieri della Compagnia di Susa che hanno rinvenuto il materiale in due grossi depositi gestiti da imprenditori cinesi, titolari di aziende site in Lombardia, a Monza e Sesto San Giovanni, e a Beinasco nel torinese, che si occupavano dell’importazione e della successiva distribuzione dei prodotti illegali. Frode in commercio, questa l’accusa nei confronti dei due imprenditori denunciati alla Procura della Repubblica di Torino. Rischiano sino a due anni di carcere. Irrogate sanzioni per oltre 100.000 euro.

I sequestri

Migliaia di braccialetti e brillantini potenzialmente tossici e nocivi, sprovvisti di indicazioni sulla loro composizione. E’ questo parte del materiale sequestrato e pronto al mercato, con evidenti e gravi rischi per la salute dei piccoli consumatori. Inoltre, le certificazioni di conformità qualitative e composizione dei giocattoli erano rigorosamente false, così come è dubbia la provenienza della merce poiché non è stata rinvenuta alcuna indicazione certa sull’origine dei prodotti.

Leggi anche:  Al Torino Outlet Village arriva Ginny Chiara Viola, l'astrologa di Radio DeeJay

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!