Omicidio dei Murazzi: Said ha ucciso lì per impaurire la sua ex compagna. E’ questa l’ultima sconvolgente rivelazione legata alla morte di Stefano Leo avvenuta ai  Torino a febbraio 2019.

Omicidio dei Murazzi

Omicidio dei Murazzi, non si fermano i colpi di scena relativi all’omicidio di Stefano Leo, il ragazzo ucciso a Torino con una coltellata. Domenica 7 aprile, Said Mechaquat, 27 anni ha confessato l’omicidio del giovane. Gli inquirenti non hanno avuto alcun dubbio che fosse lui l’autore del delitto. Da subito però sono sorti molti dubbi sul movente del delitto. In un primo momento Said avrebbe detto agli inquirenti di aver ucciso Stefano perchè troppo felice.

Il movente non convince

Gli inquirenti hanno da subito avuto dei dubbi sul movente. E’ infatti emersa l’ipotesi che si potesse trattare di uno scambi di persona ovvero che Said avesse confuso Stefano per il compagno della sua ex. Poi è arrivata la svolta: Said ha infatti affermato di aver commesso l’omicidio proprio ai Murazzi perchè lì vicino abita la sua ex e quindi voleva impaurirla.

Leggi anche:  La Giornata del Mare a Venaria

La violenza di Said

Said Mechaquat a giugno 2016 era stato condannato ad un anno e sei mesi di carcere senza sospensione condizionale della pena. Era però libero in attesa dell’Appello. La compagna ha infatti vissuto anni di maltrattamenti, con percosse e minacce costanti. Numerose volte durante il periodo di convivenza la Polizia era intervenuta perchè chiamata dai vicini allarmati dalle urla. Dalla relazione tra i due giovani è nato un bambino, ma anche dopo la nascita del figlio la situazione non è migliorata. Anzi. La donna alla fine ha deciso di lasciarlo e rifarsi una vita.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!