Omicidio di Barge, a distanza di due settimane dal ritrovamento del corpo senza vita di Anna Piccato, brutalmente assassinata nei Giardini di Annonay del comune Barge (Cn) la mattina del 23 gennaio 2019, ha confessato le sue responsabilità Daniele Ermanno Bianco. Come scrive http://notiziaoggivercelli

Omicidio di Barge

L’acquisizione e lo studio di una quindicina di video tratti da sistemi di videosorveglianza privati; l’esito positivo della comparazione degli esami biologici eseguiti dal perito incaricato dalla Procura di Cuneo su oggetti e capi di abbigliamento repertati sulla scena dell’omicidio e altri in possesso del sospettato.

Numerose le tracce di sangue della vittima su vestiti e arnesi di Bianco

Quanto a questo ultimo punto è ormai possibile sostenere che il Bianco, ben prima di decidere di confessare ammettendo le sue responsabilità, avesse materialmente apposto la propria “firma” sull’omicidio; incontrovertibili sono stati infatti i match biologici che hanno documentato la presenza di tracce ematiche della povera Anna Piccato su capi di abbigliamento e manufatti di proprietà dell’arrestato.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Leggi anche:  Piero Fassino coinvolto in un incidente stradale

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!