Operazione di contrabbando: sgominata la banda che trafficava in alcolici. In queste ore, i Finanzieri del Comando Provinciale Udine, coadiuvati da militari tratti da altri 12 Comandi Provinciali, stanno eseguendo, in sette regioni, un’ordinanza applicativa di misure cautelari personali nei confronti di 20 persone.


Operazione di contrabbando

Operazione di Contrabbando: sgominata  la banda che trafficava in alcolici. In queste ore, i Finanzieri del Comando Provinciale Udine, coadiuvati da militari tratti da altri 12 Comandi Provinciali, stanno eseguendo, in sette regioni, un’ordinanza applicativa di misure cautelari personali nei confronti di 20 persone ideatori, promotori e membri di una ramificata associazione a delinquere, attiva, da anni, in Europa, nel traffico di vodka, whiskey ed altre bevande alcoliche in evasione delle corrispondenti accise. Le province coinvolte dall’operazione sono Salerno, Caserta, Campobasso, Milano, Brescia, Catania, Torino, Treviso.

Sono 17 i paesi coinvolti

Contestualmente, grazie al coordinamento di Eurojust, i due vertici del gruppo, destinatari di Mandato di Arresto Europeo, sono ricercati nel Regno Unito, dalle Fiamme Gialle e dai Funzionari dell’HM Revenue and Customs, la Dogana britannica.
La frode, che ha visto il coinvolgimento di operatori economici in 17 Paesi europei, ammonta ad 80 milioni di euro. I dettagli dell’operazione saranno resi noti, oggi, mercoledì 12 giugno nel corso di una dedicata conferenza stampa, presso la sede del Comando Provinciale Guardia di Finanza Udine, alla presenza del Procuratore della Repubblica, dott. Antonio De Nicolo, del Comandante Provinciale, Col. Sergio Schena, del Comandante del Nucleo di Polizia economico-finanziaria, Ten. Col. Davide Cardia, e, in videocollegamento da L’Aja (Paesi Bassi), del dott. Silvio Franz, Magistrato di collegamento italiano presso Eurojust.