Dopo alcuni danneggiamenti al parco Primo Levi, è stato deciso ed annunciato dal sindaco Cugini un restyling con relativa sostituzione dei giochi

Restyling al Primo Levi

Dopo alcuni danneggiamenti alle strutture dedicate allo svago dei più piccoli ma soprattutto dopo l’infortunio del piccolo M. D., arriva la sostituzione dei giochi. La decisione è stata annunciata dal primo cittadino Paolo Cugini dopo l’incontro tenutosi tra lui e Marco D., il papà del bambino operato per la scheggia di legno nel petto, che si era infilato giocando intorno alle panchine del parco.

Le parole del papà

«Dopo un breve colloquio ci siamo recati insieme a fare un sopralluogo al Primo Levi, preventivamente chiuso proprio dal sindaco per verificarne la sicurezza – spiega Marco -. Ha promesso che si occuperà di eliminare o sostituire i giochi pericolosi. Ci siamo chiariti, quindi, e siamo in accordo sulla cosa più importante: non il risarcimento per quanto successo a mio figlio, ma la tutela dei bambini. Con le Forze dell’Ordine rimaniamo perciò in stand-by: se l’Amministrazione non agirà come promesso, valuterò come muovermi in giudizio».

Leggi anche:  Fingevano di vendere iPhone online per truffare i clienti

La tabella di marcia per i lavori

«La prima cosa di cui ci occuperemo sarà la foderatura della struttura in legno e delle panchine» annuncia il sindaco Cugini. «Sostituiremo anche l’altalena più rovinata e lo scivolo centrale. Infine sposteremo il tavolo da ping pong in un’altra area, dedicata ai più grandi, così che i piccoli non rischino di sbatterci contro. Ho spiegato, comunque, al signor Marco che si tratta di interventi che non potranno realizzarsi in tempi brevi: bisogna agire secondo burocrazia. In ultimo abbiamo visitato il nuovo parco di via Regione Fiore, che non conoscevano: in attesa che il Primo Levi venga rimesso a nuovo, probabilmente, si recheranno lì».