Ferma le giovani donne con la scusa di chiedere indicazioni, ma intanto si masturba davanti a loro. Adesso è paura del mostro davanti alla scuola media Savio di Gassino.

Paura del mostro: la segnalazione

L’episodio risale a lunedì scorso, 18 febbraio, e si è consumato nei pressi di via Foratella, ma non sembra essere stato l’unico. Chi per prima ne racconta è Erica T., e lo fa affidando la propria “denuncia” ai social, così che il passa parola allerti tutta Gassino. «Intorno alle 14.15 una mia cara amica è stata fermata all’altezza di via Foratella da un giovane ragazzo ben curato, elegante, senza barba e dai capelli corti e scuri. Era a bordo di una vettura, di colore scuro, e chiedeva indicazioni per il campo sportivo. Le sue domande erano piuttosto insitenti: continuava a chiedere se fosse sicura di avergli dato le dritte corrette, se non ci fosse la possibilità che, imboccando la strada sbagliata, si sarebbe perso. La mia amica, però, si è accorta che mentre le poneva queste domande si infilava la mano nei pantaloni e si masturbava» sono le parole che affida al gruppo “Sei di Gassino se”, piattaforma prediletta dai cittadini per amplificare le segnalazioni sulla sicurezza. «Si è spaventata e ha composto il numero di telefono del padre, domandandogli di andarla a prendere. Intanto il ragazzo si è dileguato. E’ andata il giorno seguente a sporgere denuncia ai Carabinieri» aggiunge infine.

I genitori

Un coro di indignazione si leva dalla segnalazione di Erica. A farne eco molte madri, che dopo la pubblicazione del post hanno sondato le voci delle proprie figlie, le studentesse della scuola media Savio, circa la possibilità che siano state importunate allo stesso modo. «Anche mia figlia ha confermato che un ragazzo a bordo di una macchina di colore scuro ha fermato lei e un’amica nella piazza del mercato, chiedendo loro indicazioni. Lui poi è rimasto a bordo e a motore spente, mentre le ragazze si allontanavano» fa sapere Rosy P.. «Anche mia figlia ha raccontato di vedere, di tanto in tanto, un tizio fermo su una auto blu nella piazza del mercato» riporta infine Linda V.
C’è preoccupazione, quindi, tra le famiglie delle giovani gassinesi, nonostante le segnalatrici riportino che la cronaca dell’episodio e l’identikit del soggetto siano già al vaglio delle Forze dell’Ordine.

Leggi anche:  Donna al nono mese di gravidanza investita da un pirata della strada

Le forze dell’ordine

Le segnalazioni pervenute alla caserma dei Carabinieri di Castiglione ha fatto partire le indagini e un controllo del territorio. Gli inquirenti sono al lavoro per risalire all’uomo che ha importunato le ragazze.
«In qualità di madre di due ragazze è ovvio che sia preoccupata da questa situazione» comunica Rosy. Altrettanto preoccupati i commenti che hanno seguito il post su Facebook: molti coloro che consigliano di prendere il numero di targa dell’auto, di tenere gli occhi aperti e allertare i propri figli. «Non basta avere paura che accada qualcosa ai nostri figli quando li mandiamo a scuola da soli. Adesso anche quando escono con le amichette dobbiamo temere per la loro incolumità» è l’amaro sfogo di Linda.
Così la memoria torna a un altro episodio, molto simile a questo. Meno di un anno fa, infatti, l’arresto di un uomo a Castiglione che era solito appostarsi lungo i percorsi ciclopedonali per masturbarsi in pubblico di fronte ai passanti, spesso giovani donne.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!