Petardo esploso in chiesa nella notte tra sabato 12 e domenica 13 maggio. Al mattino, per verificare l’accaduto, anche i carabinieri della stazione di Cigliano.

Petardo esploso

E’ proprio vero, a Cigliano non si può mai dormire sonni tranquilli. E questo è quello che è accaduto sia nella notte tra venerdì 11 e sabato 12 che nella notte tra sabato 12 e domenica 13 maggio. Qualche giovane vandalo, infatti, ha deciso di divertirsi, in piena notte, a far esplodere petardi. E questo, nel silenzio che caratterizza solitamente le notti di una piccola realtà, ha svegliato numerosi abitanti che, in un primo momento, si sono anche spaventati non sapendo quello che stava accadendo.

Vandali in piscina nuovo raid nella notte

Vetri di una chiesa in frantumi

E se nell’esplosione tra venerdì 11 e sabato 12 maggio non è accaduto nulla di grave invece tra sabato 12 e domenica 13 maggio il danno c’è stato. Infatti, il petardo è stato esploso vicino alla cappelletta di San Bernardo che ha registrato anche un danno. Infatti, i vetri del piccolo luogo di culto sono andati in frantumi.
Naturalmente di tutto ciò è stata avvisata l’Amministrazione comunale e anche i carabinieri della stazione di Cigliano che stanno eseguendo le indagini del caso per rintracciare i colpevoli. Colpevoli che anche la popolazione vuole conoscere. Non è la prima volta, appunto, che Cigliano si trova a subire degli atti vandalici. Ultimo in ordine cronologico il taglio del tricolore alla vigilia della Festa della Liberazione.

Leggi anche:  Palpeggia una carabiniera, un uomo condannato

Vandali al cimitero colpite le tombe