Ponte sul Po, collaudo cominciato questa mattina, giovedì 25 gennaio, al cantiere.

Ponte sul Po

Finalmente sono cominciate le procedure per il collaudo del ponte sul Po, tra Settimo e Castiglione. Si tratta dell’ultimo passaggio ufficiale che dovrebbe essere completato prima della riapertura. Se tutto andrà  per il verso giusto, la prossima tappa formale sarà l’emanazione dell’ordinanza per la riapertura da parte della Città Metropolitana.

13 mesi di disagi

Il ponte rappresenta uno snodo centrale per la viabilità lungo tutto l’asse della collina. Questi tredici mesi di chiusura, infatti, hanno messo in luce in tanti disagi vissuti dagli automobilisti, costretti a lunghe code, nelle ore di punta del mattino e della sera, per andare a lavorare. E non sono mancate anche le manifestazioni di protesta da parte del Comitato spontaneo e dei sindaci della collina. In più occasioni proprio i primi cittadini si sono ritrovati nei pressi del cantiere per chiedere il rispetto del crono – programma e dei tempi.

Leggi anche:  Senzatetto vive in una baracca degli orti urbani

L’accelerazione dei lavori

A partire dall’inizio di gennaio, con l’arrivo dei due grossi moduli da Perugia, i lavori di messa in sicurezza hanno avuto una decisa accelerazione.  In base all’ultimo crono-programma annunciato da Città Metropolitana, dunque, tutte le tempistiche sono state rispettate.