Professore condannato per i messaggi hot all’ex alunna. Era l’estate dell’esame di licenza media per la giovane 13enne di Caluso.

Professore condannato

Condannato a due anni con l’accusa di adescamento di minori. È questa la sentenza emessa a carico di PG, insegnante di Caluso che nel 2016 scambia messaggi e foto con una sua ex allieva.

La storia

La vicenda scoppiò un fine anno delle medie: la ragazza, che si apprestava ad iniziare gli studi di arte bianca a Torino, aveva fatto sentire l’insegnante durante l’estate. Messaggi e consigli su come affrontare le scuole, sul metodo da attuare per studiare, finché il docente non iniziò ad inviare messaggi ambigui, come hanno riportato anche le amiche della vittima quattordicenne. L’insegnante all’inizio è così, secondo quanto provato dai testimoni dell’accusa, è una foto esplicita di un uomo nudo. Secondo l’accusa, l’insegnante ha tentato di adescare la giovane per puntare ad avere approcci sessuali con lei. Accuse respinte in toto dalla difesa, una cura dell’avvocato Massimo Campanale. L’insegnante avrebbe inoltre dato appuntamento alla giovane in piazza un Caluso per mangiare un gelato assieme.

Leggi anche:  Nasconde droga in bocca: arrestato

Papà all’appuntamento

La ragazza, preoccupata, avvisò immediatamente i genitori. Fu il padre un presentarsi all’appuntamento: l’insegnante però non si palesò, forse spaventato dalla presenza del padre della ragazza.

La sentenza

Martedì scorso, 10 luglio, il Giudice del Tribunale di Ivrea Angela Rizzo ha emesso la sentenza a carico dell’insegnante. L’uomo è scontare ora 2 anni di arresto ed è stato interdetto dai pubblici uffici. L’insegnante, residente a Torino dove ha iniziato anche una lavorazione dopo l’avvio del processo, è stato sospeso dall’insegnamento a partire dalla fine del 2017. La difesa ha fatto sapere che farà ricorso in appello.