Punta da un’ape, donna va in shock anafilattico, è stata salvata dal  118.

Punta da un’ape

Nella giornata di ieri pomeriggio, sabato 22 giugno, una donna è stata punta da un’ape a Brusasco. A causa  della puntura dell’insetto è andata in shock abafilitattico. E’ accaduto nella zona di via San Francesco.

I soccorsi

Immediatamente sono stati chiamati i soccorsi. Sul posto è giunta un’ambulanza del 118, oltre all’elisoccorso. Le cure le sono state portate direttamente  in loco, con un’iniezione.

Cosa fare in caso di puntura di un’ape

Se la puntura di un’ape colpisce delle persone che non sono allergici,  è importante estrarre il pungiglione dell’insetto  con ago o pinzetta sterilizzati, entro i primi 20 minuti. Quindi, è consigliabile fare una pressione con del ghiaccio, in modo da anestetizzare la parte colpita e cercare di ridurre il gonfiore. E’ poi fondamentale disinfettare la ferita con acqua ossigenata o sapone neutro. Nel caso in cui, con questi rimedi i sintomi non si alleviassero è consigliabile recarsi al pronto soccorso. Nel caso in cui la puntura dell’ape provochi uno shock anafilattico allora è necessario intervenire con una terapia medica d’urgenza.

Leggi anche:  Comunità in lutto per il piccolo Alessandro, aveva solo 11 anni