Ragazza rapinata da tre stranieri reazioni scatenate sui social.

Ragazza rapinata

Impazza sui social la notizia della rapina subita dalla giovane settimese Morena Cursio, la ragazza di 24 anni che con una diretta Facebook ha denunciato i suoi aggressori. L’episodio, preoccupante, sarebbe avvenuto secondo la testimonianza in pieno giorno. “Erano più o meno le 14 di mercoledì 17 quando, mentre tornavo a casa dopo alcune commissioni, sono stata aggredita da tre uomini in via Fiume”. L’aggressione sarebbe avvenuta nel pieno del quartiere Borgo Nuovo.

Rapinata e minacciata con un coltello alla gola

La denuncia ai carabinieri

Ieri, venerdì 19 gennaio, Morena è stata a lungo ascoltata dai carabinieri che hanno raccolto la sua denuncia. Le indagini proseguono per tentare di ricostruire la dinamica di quanto accaduto in via Fiume all’angolo con via Carso. Sarebbero stati, secondo il racconto della giovane dj che nel week end lavora in un locale del centro, tre uomini ad aggredirla. Probabilmente maghrebini. Due di loro avevano il volto coperto da una sciarpa e, uno, “i denti marci”, come ha raccontato la giovane.

Le reazioni sui social

Tantissime e violente le reazioni sui social network. La notizia sta facendo il giro delle bacheche dei settimesi e sta suscitando tantissime reazioni contrastanti. Oltre alla solidarietà e al sostegno per quanto accaduto, però, non mancano le frasi d’odio razziale che sono rivolte, in queste ore, ai cittadini stranieri. Anche per questa ragione gli amministratori del gruppo “Sei di Settimo se…” hanno deciso di cancellare alcuni post pubblicati. “Noi amministratori del gruppo abbiamo deciso di eliminare il video denuncia della ragazza…”, esordiscono. “Moralmente le siamo vicini […]. Si sta solo diffondendo la paura verso il prossimo, commenti di istigazione all’odio razziale e offese eccessive verso il sindaco della nostra Città”.

Leggi anche:  Abbatte il semaforo e scappa, beccato dalle telecamere

La reazione del primo cittadino

Sul caso denunciato da Morena Cursio interviene anche il sindaco di Settimo Torinese Fabrizio Puppo. “Siamo vicini alla ragazza – commenta il primo cittadino al telefono -. Alla giovane diamo anche la disponibilità ad incontrarla. Come settimesi non siamo abituati a quanto ha denunciato, è un fatto che merita attenzione. Sappiamo che i carabinieri stanno indagando per ricostruire la dinamica della rapina, aspettiamo ulteriori sviluppi. Bisogna fidarsi delle Forze dell’Ordine e rivolgersi a loro. Tanto più, infatti, è tempestiva la denuncia, tanto più si possono ottenere risultati concreti”.