Dopo la denuncia della trasmissione televisiva “Chi l’ha visto?” sulla ragazza scomparsa a Settimo 17 anni fa, le indagini degli inquirenti.

Ragazza scomparsa a Settimo

Si chiama Samira Sbiaa e, nel 2002 – quando è scomparsa nel nulla senza lasciare alcuna traccia – aveva appena 32 anni. Di origine marocchina, aveva sposato un cittadino settimese, Salvatore Caruso. Con lui era arrivata nella città della Torre a vivere nell’abitazione di via Petrarca 12. E’ da 17 anni che non si hanno più notizie della giovane ragazza che dal suo paese di origine si era trasferita a Settimo dopo il matrimonio. Un caso di cui, nei giorni scorsi, si è occupata anche la trasmissione televisiva Chi l’ha Visto?

Il marito, il settimese Salvatore

Per giorni è stato – di fatto – irreperibile. Salvatore Caruso, dopo essere stato intervistato dalla troupe guidata dall’inviato Nicola Endimioni per il programma condotto da Federica Sciarelli, non ha più risposto al citofono. Per giorni, neanche i vicini di casa, hanno avuto sue notizie. In pochi, a onor del vero, l’hanno visto agli orari più disparati uscire di casa o rientrare. Così che in tanti hanno pensato che, vista la frequente presenza di cronisti sotto la sua abitazione del centro di Settimo, l’uomo avesse cercato “tranquillità” altrove.

Leggi anche:  Impianto sciistico pericoloso, gestore denunciato

Carabinieri e vigili del fuoco a casa

Ma nel pomeriggio di ieri, dopo lunghi giorni in cui tutti hanno cercato di mettersi in contatto con Salvatore Caruso, in via Petrarca sono arrivati i carabinieri. Hanno provato anche loro a citofonare e a farsi aprire la porta di casa. Ma, di fronte all’assenza di alcun tipo di risposta, e temendo per la sua incolumità, i militari hanno richiesto l’intervento dei vigili del fuoco del comando provinciale di Torino. Sul posto, inoltre, è intervenuta anche un’ambulanza della Sogit, della Croce di San Giovanni di Settimo.

Le indagini continuano

Dopo la denuncia presentata nei giorni scorsi sulla scomparsa di Samira Sbiaa, le indagini continuano. Nei prossimi giorni potrebbero esserci ulteriori sviluppi sulla base delle informazioni che saranno inserite nel fascicolo. Nel tardo pomeriggio di ieri, lunedì 4 marzo – inoltre – Salvatore Caruso è stato ascoltato dai carabinieri della Tenenza di via Regio Parco a Settimo come persona informata sui fatti. Un colloquio durato circa 40 minuti. Salvatore, poi, è tornato a casa e oggi (martedì 5) ha seguito i lavori di potatura degli alberi della sua abitazione.