Non è stato ancora identificato il ragazzo morto ieri alla stazione di Torino Stura, di presunta età compresa tra i 20 e i 30 anni.

Ragazzo morto alla stazione

Continuano senza sosta gli accertamenti per chiarire la dinamica della morte del giovane rimasto ucciso nel tardo pomeriggio di ieri, venerdì 2 agosto, alla stazione ferroviaria di Torino Stura.

Secondo le prime ricostruzioni, che continuano a essere parziali in attesa di ulteriori accertamenti, il giovane si trovava sulla banchina del quinto binario dell’ultimo scalo torinese prima della cintura nord est di Torino. Se inizialmente si poteva pensare a un suicidio, successivamente questa ipotesi è stata scartata a beneficio di quella che parla di un drammatico incidente che non sarebbe stato evitabile in alcun modo. Di lui, al momento, non si conosce ancora alcun elemento. Nè l’età, né l’identità, né – ancora – la nazionalità. Secondo le prime informazioni raccolte, però, si tratterebbe di un ragazzo straniero, originario probabilmente del nord Africa.

Una tragica fatalità

Non ci sono ancora conferme ufficiali sul fatto che la giovane vittima dell’incidente ferroviario avesse, al momento dell’impatto fatale con il convoglio, gli auricolari. Circostanza che inizialmente aveva fatto pensare che il giovane non si fosse accorto dell’arrivo del convoglio proveniente da Torino e diretto a Ivrea. Seppur parziali, le prime ricostruzioni su quanto accaduto alla stazione di Torino Stura, farebbero pensare che il ragazzo di probabile nazionalità straniera, sia stato o “agganciato” da una delle vetture del treno in transito, oppure risucchiato dallo spostamento d’aria dovuto al passaggio del treno. Circostanza che potrà essere chiarita soltanto attraverso l’analisi delle telecamere di sorveglianza attive nella stazione di Torino Stura. Potrebbe, in questo senso, essere possibile che il giovane stesse camminando sulla banchina del quinto binario della stazione, probabilmente oltre la linea gialla che delimita la zona di sicurezza da non oltrepassare per evitare incidenti di questo genere.

Non è stato ancora identificato

Al corpo della persona, di sesso maschile e apparentemente di giovane età, non è stato ancora attribuito un nome. Gli operatori della Polizia Ferroviaria del comparto di Torino, intervenuti sul posto insieme ai vigili del fuoco di Torino Stura e ai sanitari del 118, non hanno trovato alcun documento di riconoscimento. Soltanto alcuni foglietti, scritti in lingua straniera, che non sarebbero stati ancora decifrati e tradotti, secondo quanto si apprende. Non è quindi ancora noto se la vittima di quello che sembra essere un tragico incidente fosse residente in uno dei comuni del nostro territorio. Soltanto ulteriori accertamenti potranno confermare l’identità della vittima.

Leggi anche:  Cade dal secondo piano di casa, tragedia sfiorata a Settimo FOTO

 

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!