Raid punitivo per risanare il debito, imprenditore minacciato e picchiato. L’aggressione risale ad alcuni giorni fa, in tre finiscono in manette.

Il caso

Tre persone sono state arrestate perché avrebbero fatto parte della spedizione punitiva organizzata lo scorso 30 novembre, ai danni di un imprenditore. Il titolare della ditta di trasporti, infatti, era ritenuto responsabile di un mancato rimborso di un debito di 3mila euro. Era stato quindi minacciato e picchiato violentemente affinché restituisse il denaro.

Raid punitivo

L’episodio è avvenuto nel primo pomeriggio del 30 novembre in Via Reiss Romoli, a Torino. I carabinieri della Stazione Borgata La Falchera sono intervenuti dopo l’incontro, in seguito alla denuncia della vittima che era stata minacciata e aggredita. L’imprenditore avrebbe maturato il debito verso una donna, ex collaboratrice della vittima, anch’essa presente al raid.

Gli arresti

In manette tre persone: Diana Janet Bonifacio Torrejon, 38 anni, residente a Torino, Alessandro Minischetti, 33 anni, residente a Torino (Minischetti, noto nell’ambiente del tifo granata come “Ivan il terribile”) e Marco Petruzzi, 35 anni, residente a Torino. La perquisizione della macchina di Minischetti ha permesso di sequestrare 1 sfollagente e 1 mazza da baseball in ferro. L’arrestato è stato convalidato. Le accuse sono di tentata estorsione in concorso e porto di armi od oggetti atti ad offendere.